Cioccolata calda light (anche al microonde)

Ricetta per due tazze abbondanti:

20 g di cacao in polvere amaro

20 g di zucchero di canna (o il dolcificante che preferite)

20160212_202603

350 g di latte di soia (o qualsiasi tipo di latte)

10 g di amido (Maizena o Fecola di patate)

10 g di cioccolato fondente

aromi a piacere

Mettete tutto in una pentola oppure se fate come me, mettete tutto in una ciotola per microonde.

Se procedete con la cottura al fornello pesate gli ingredienti e metteli in una pentola inserendoli nell’ordine della lista, girando con una frusta, per evitare di fare grumi.

Poi a fornello medio iniziate  a girare fino a che non inizia ad addensarsi.

Se procedete a microonde, mettete la ciotola nel forno al massimo della potenza per 2 minuti, poi vedete, girate e se necessario procedete 1 minuto per volta, fino a che non si addnesa il composto.

Il gioco è fatto!

Buona dolce serata! Ma leggera!

Un saluto a tutti

Sara di L’eleganza in tavola

 

 

 

Pubblicità

San Valentino…non solo rosso!

Ciao a tutti!

Buon San Valentino a tutti! Un giorno speciale, nel quale si festeggia il Santo che  unì in matrimonio la giovane cristiana Serapia e il centurione romano Sabino andando contro i genitori di lei, che ostacolavano le nozze. Festa per eccellenza dell’Amore e degli innamorati di qualunque genere. Perchè questo titolo? Perchè andando in giro per negozi in questi giorni c’è l’esplosione del rosso. Ovviamente colore simbolo dell’Amore e della passione ma io trovo che sia troppo fare tutto tutto di rosso. Come sempre il troppo  stroppia! Allora questa sera festeggierò il San Valentino in casa, anticipando la festa,  perchè nei prossimi giorni sono a Milano e ho deciso di addobbare e arredare la casa e la tavola in un colore diverso dal rosso, rispettando ovviamente i simboli dell’Amore. Vi lascio alle immagini spero che vi piacciano!

Buona serata di San Velntino a tutti ovviamente anche a coloro che non hanno trovato un Amore!

Un saluto

Sara di L’eleganza in tavola

 

Allora ho scelto come colore di base il  CELESTE. Questa è una ghirlanda fatta di rametti che ho acquistato insiema al nastro azzurro, agli uccellini e ai fiorellini da Depot. Ormai sono una fan di questo negozio! Invece le iniziali in legno (ovviamente mia e di mio marito) sono state scolpite a mano da mio cognato! Un mago del legno! Lo so, sono fortunata!

20160212_165313

Per la tavola stesso colore, tutto molto semplice. Tutte le decorazioni e la carta per il regalo le ho acquistate sempre da Depot. Ho preso un vassoio di legno e ho inserito all’interno una candela celeste con sotto un piattino a specchio per proteggere il piatto, un vaso in vetro blue e ho cosparso la base con un pot pourri celeste ch ho trovato da Tchibo, un brand che fa delle cose carinissime, ovviamente per decorare e profumare l’ambiente . Le tovagliette sono Ikea. I bicchieri sono un regalo di nozze…e non mi ricordo la marca. Mentre i portatovaglioli e le posate sono di Zara Home, ma di una  collezione di  qualche anno fa. Tutto: Celeste, Bianco e Oro.

20160212_165238

20160212_174021

Buona serata! Spero che le immagini vi siano di spunto per la vostra serata!

 

CROSTATA ALL’ARANCIA di Virginia

La mia amica Virginia ha realizzato questa buonissima crostata all’arancia che ha voluto condividere con me nel mio blog!!! Ed eccovi foto e ricetta!

Ingredienti

Per la pasta frolla:
400 g  di farina  00 (se necessita mettetene un po’ di più durante l’impasto, dipende tutto dalla dimensione dell’arancia e dalla qualità della farina)
120 g di burro morbido
1 uovo intero + un tuorlo
120 g di zucchero
il succo di un’arancia
la buccia grattugiata di un’arancia
1 pizzico di sale
mezza bustina di lievito in polvere per dolci

Per la crema all’arancia:
400 ml di latte
3 tuorli
1 arancia (il suo succo filtrato e  la sua buccia)
50 g di maizena (va bene anche la farina 00)
80 g di zucchero

Impastare la farina con il pizzico di sale ed il burro morbido, con le mano lavorate gli ingredienti. Con questo composto fate una fontana sul tavolo, al centro mettete lo zucchero, la buccia grattugiata dell’arancia, l’uovo intero ed il tuorlo e iniziate ad impastare dal centro, aggiungendo il succo di arancia.  Impastiare  velocemente e appena ottenuto il panetto di pasta frolla, avvolgetelo nella pellicola alimentare e mettetelo in frigo. Il lievito aggiungetelo alla farina. Ovviamente se avete un’impastatrice mettete tutti gli ingredienti insieme e la farina con il lievito inseritela piano piano.

Ora prepariamo la crema.

Procedimento della crema veloce: mettere a bollire il latte; in una pentola grande sbattere uova e zucchero e maizena. Aggiungere l’arancia. Poi quando il latte sta sobbollendo, versarlo nella pentola con gli altri ingredienti, sbattere con la frusta energicamente e finire la cottura sul fornello finchè la crema non diventa densa. Versare il composto in una ciotola, l’ideale sarebbe di vetro, coprirla con la pellicola alimentare e far raffreddare il tutto completamente.

Prendete poi la pasta frolla, stenderla con il mattarello a forma di cerchio su di un foglio di carta da forno, la circonferenza della base della crostata dovrà essere di 5/6 cm più grande rispetto allo stampo che userete (circa 24 cm). Mettete la base della crostata con tutto il foglio di carta da forno nello stampo. Con una forchetta bucherellate il fondo della crostata, versate sopra per bene la crema, livellate e poi in forno preriscaldato a 180° per circa 35 minuti.

arancia

L’ideale è da servire con un buon the arancia e cannella!!! Uhh che profumo!!!

Divertiti e gustate! Grazie Virginia!

Un saluto

Sara di L’eleganza in Tavola

Pancakes

12670129_1033880673364465_7804261463137949038_n

Ingredienti per la base:

1 Yogurt bianco greco 125 g (o in alternativa 1 yogurt normale qualsiasi ma ricordatevi di eliminare un cucchiaio di latte)

2 uova (o in alternativa 3 albumi)

4 cucchiai rasi di farina 00 (o altri tipi di farine)

2 cucchiai di latte (quello che volete)

2 cucchiaini di miele (o di qualsiasi dolcificante: zucchero, sciroppo di acero, sciroppo di agave….quello che volete)

1 cucchiaino raso di bicarbonato di sodio

E’ una ricetta dove si deve avere un po’ di occhio, nel senso che a seconda della dimensione delle uova, della liqidità dello yogurt o del tipo di farina il risultato potrebbe cambiare. La consistenza finale deve risultare nè troppo liqida nè troppo densa. Se vi viene troppo liquida aggiungete un po’ di farina e se viene troppo densa un altro cucchiaio di latte, non succede assolutamente niente.

Mettere tutto in un recipiente e sbattere energicamente con la frusta o con lo sbattitore elettrico. Per un risultato ancora più soffice , e se avete tempo : ), sarebbe l’ideale montare gli albumi a neve e poi alla fine aggiungerli al composto, molto lentamente, mescolando dal basso verso l’alto.

Poi lasciate riposare il tutto e nel mentre preparate quello che serve per la cottura. Padella antiaderente, olio di semi, spatolina tipo lasagnera, mestolo e carta assorbente.

La cottura

Questo è il problema che molti sollevano, sfatiamo questo mito! Allora io ho preso una padella piccola antiaderente e ho unto il fondo con un cucchiaino di olio di semi che ho distribito in tutta la superficie con un pezzo di carta assorbente, un procedimento che ho ripetuto ad ogni passaggio di cottura. Prendete un mestolo di composto, vi sgocciolerà sulla padella sicuramente e voi sopra le gocce versate il tutto. Quando dopo qualche secondo il pancake farà delle bolle grandi, girate con la spatolina. Ho cotto un pancake per volta.

Per la guarnizione

Sbizzarritevi!!! I classici con sciroppo d’acero sono buonissimi! Io questa volta però ho optato per ciocco-banana. Ho sciolto due cucchiai di crema spalmabile di Rigoni di Asiago (ovviamente senza olio di Palma : ) ) in un pentolino con due cucchiai di latte. Poi ho affettato una banana e ho guarnito il tutto. Se volete fare un piatto più Healthy e Trendy : ), invece delle crema spalmabile sciogliete 50 g di cioccolata fondente.

Le dosi che vi ho dato sono per due/tre persone circa.

Gnummy!!!

Un saluto

Sara di L’eleganza in tavola!

CASTAGNOLE TRADIZIONALI (NON AL CUCCHIAIO)/RIPIENE

img1454495004870

Ingredienti

350 g di farina 00
2 uova
75 g zucchero
75 g olio di semi di girasole
1/2 bustina di lievito per dolci
1 bicchierino di rhum o di liquore all’anice
Olio di arachidi (io ne ho usato 1 litro) per la frittura
Zucchero a velo per la guarnizione

Impastare tutti gli ingredienti insieme creando un impasto simile alla consistenza ad una pasta frolla. Formare le palline, non fatele troppo grandi altrimenti all’interno rimangono crude. Se volete in questo procedimento aggiungete quello che volete all’interno delle palline. Io questa volta ho messo delle gocce di cioccolato bianco e di ciocc

olato fondente; però si può mettere un cucchiaino di ricotta o di crema molto solida…quello che volete. Si possono anche fare delle castagnole semplici ma se avete intenzione di farle ripiene consiglio di prendere una porzione di impasto, appiattirlo a dischetto sulla mano, inserire il ripieno, richiudere il tutto e poi formare la pallina. Dopodiché infarinate un

indexpanno da cucina e metteteci sopra le castagnole. Poi friggere il tutto in olio bollente (per chi ha il termometro da cucina a 175 °C, altrimenti fate una prova con una pallina di impasto). Infine cospargere il tutto con zucchero a velo sia sopra il piatto di portata che sopra le castagnole.

Io in questa occasione le ho servite con una marmellata di arance amare oppure ci sta molto bene anche un miele aromatizzato alle arance.

Un saluto
Sara di L’eleganza in tavola

GRAFFE NAPOLETANE o CIAMBELLE FRITTE

img1454496137597

 

Ingredienti

300 g di patate
120 ml di latte
60 g di zucchero
25 g di lievito di birra (o una bustina di lievito disidratato, tipo “Mastrofornaio”)
500 g di farina 00
1 cucchiaino raso di sale
3 uova
100 g di burro
Olio di arachidi (io ne ho usato 1 litro) per la frittura
Zucchero per la guarnizione

Lessate le patate con la buccia.
Poi riscaldare il latte, intiepidirlo, e scioglierci dentro metà dello zucchero e il lievito. Mettere il composto in una ciotola. Dopodiché inserirci 130 g della farina prevista in ricetta. Mescolare bene, sciogliendo tutti i grumi. Infine coprire con la pellicola trasparente e con un panno da cucina e far lievitare finché il composto non raddoppia il proprio volume.
Nel mentre sbucciare le patate e schiacciarle e in una ciotola mettere le uova, lo zucchero e la farina rimasti. Aggiungere poi l’impasto lievitato, ed infine inserire il sale ed il burro lasciato ad ammorbidire.
Lasciare lievitare il tutto per circa due ore.
Poi mettere l’impasto sopra una superficie infarinata, formare le ciambelle e disponetele sopra un canovaccio infarinato. Tutta la farina che si usa per impastare è considerata extra dalla ricetta. Lasciate lievitare le ciambelle per un’ora, dopodiché friggete in olio bollente (per chi ha il termometro da cucina a 175 °C, altrimenti fate una prova con una pallina di impasto) e passatele dopo un minuto in un piatto con dello zucchero, in modo che lo zucchero non si sciolga con il calore ma si appiccichi.

Lo so il procedimento richiede molto tempo di lievitazione, ma il risultato sarà strepitoso! Le ciambelle saranno morbidissime! Ricetta assicurata!

Buon lavoro!
Un saluto
Sara di L’eleganza in tavola

maschere

E’ arrivato il Carnevale!

Buona giornata a tutti! Come va? Vi sono mancata?10072-carnevale-di-acquasparta
Allora… come tutti sapete oramai siamo nel bel mezzo dei festeggiamenti del Carnevale e quindi i miei post in questi giorni avranno come tema ovviamente questa bellissima e coloratissima festa! A me personalmente il Carnevale piace moltissimo, ma diciamo io prediligo la versione classica.
Purtroppo i dolci di Carnevale di base non sono “sanissimi” ma ogni tanto qualche dolce fritto eseguito bene non ha mai ucciso nessuno! Non abusatene però : ) !
Un saluto a tutti!
Sara di L’eleganza in tavola